5 gennaio 2019 Vincenzo Abbate

15 anni. RITROVATA MORTA ACCANTO A SIMBOLI SATANICI.

15 anni. RITROVATA MORTA ACCANTO A SIMBOLI SATANICI era stata rapita mentre andava a scuola e stuprata.

La ragazzina era sparita nel nulla dopo essere uscita di casa per andare a scuola. Ritrovata cadavere in un bosco vicino casa. La 15enne era distesa a terra dopo essere stata stuprata e uccisa e attorno a lei vi erano le carcasse di galletti decapitati il cui sangue era stato cosparso sul volto della povera vittima.

A terra in una pozza di sangue con accanto polli decapitati e simboli satanici. Così è stato ritrovato il corpo senza vita di una giovane studentessa ucraina di 15 anni, Alisa Onyshchuk, sparita nel nulla la mattina del 2 novembre dopo essere uscita di casa per andare a scuola in un paesino del nord-est dell’Ucraina. Il cadavere dell’adolescente è stato rinvenuto dopo ore di ricerca in un bosco vicino al villaggio di Babai nella regione ucraina di Charkiv. Davanti ai soccorritori che la stavano cercando è apparsa una scena raccapricciate. La 15enne era distesa a terra dopo essere stata stuprata e uccisa e attorno a lei vi erano le carcasse  di galletti decapitati il cui sangue era stato cosparso sul volto della povera vittima .

Secondo la ricostruzione degli inquirenti locali, Alisa doveva raggiungere la locale stazione ferroviaria per arrivare nel capoluogo dove andava a scuola ma per adirare prima e non perdere il treno avrebbe usato un sentiero che taglia per i boschi che però conosceva bene perché lo percorreva spesso. Qui qualcuno l’avrebbe aggredita, violentata e uccisa prima di mettere in scena il macabro rituale. Ad accorgersi che qualcosa non andava è stata proprio la  madre Viktoria che percorrendo lo stesso sentiero per andare in città si è imbattuta in una scarpa da ginnastica come quella di sua figlia. Dopo aver avuto conferma che a scuola non era mai arrivata, ha fatto scattare l’allarme. Polizia e volontari hanno iniziato a cercare nei boschi fino alla tragica scoperta.

“Il cadavere è stato trovato nei boschi vicino a una radura. Era circondato da simboli satanici disegnati sul terreno e da galletti decapitati e impiccati agli alberi più vicini” ha raccontato uno dei soccorritori. I successivi esami post mortem hanno confermato la violenza sessuale e indicato la causa di morte in uno strangolamento. Sul terribile caso sta indagano ora la polizia locale  che ha rivolto le sue attenzioni su un uomo che sarebbe stato visto aggirarsi nella piccola stazione ferroviaria poco prima della scomparsa di Alisa. La polizia, in base alle testimonianze di altri viaggiatori,  ha realizzato un identikit del sospetto che sarebbe un uomo tra i 35 e i 45 anni sconosciuto in zona.

 

fonte: https://www.fanpage.it/rapita-mentre-andava-a-scuola-e-stuprata-15enne-ritrovata-morta-accanto-a-simboli-satanici/p2/

Tagged: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *